News

GIUGNO

Inseguiamo il sogno


Stamattina siamo stati a Rocchetta Sant'Antonio ad accogliere il treno speciale turistico in arrivo da Avellino, attraverso la rinata ferrovia dell'Irpinia (riaperta grazie a 20 milioni di euro stanziati dalla Regione Campania), assieme a tante altre associazioni per sostenere una grande battaglia, quella della riapertura a fini turistici della Rocchetta Sant'Antonio-Gioia del Colle. La stazione di Rocchetta abbiamo voluto definirla come la porta di accesso al sud Italia; da qui infatti, dalla radice sud dei binari, si diramano tre linee, una per la Campania (Avellino), una per la Basilicata (Potenza) e una per la Puglia (Gioia del Colle). Negli anni scorsi le istituzioni hanno cancellato il traffico ferroviario da questi territori, con la scusa del poco redditizio, sostituendolo con autoservizi. Il poco redditizio è scaturito dal taglio delle corse attuato negli ultimi anni dai vari governi regionali che si sono succeduti e laddove l'offerta è carente, di conseguenza lo diventa anche la domanda. Facciamo un appello ai governi regionali di Puglia e Basilicata affinché si crei un dialogo tra enti utile a ripristinare l'infrastruttura e ridurre l'isolamento dei comuni posti sulla linea ferroviaria Rocchetta Sant'Antonio-Gioia del Colle, dando agli stessi una nuova opportunità, stavolta in chiave turistica

MAGGIO

Tutela rotabili storici FSE


Nei giorni scorsi Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici srl ha provveduto ad effettuare il trasferimento da Novoli a Gallipoli di quattro dei sei rotabili del 1959 dichiarati di interesse storico da parte della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio Brindisi, Lecce e Taranto, mettendo così la parola fine agli atti vandalici e soprattutto ai furti che nelle ultime settimane erano stati perpetrati ai danni di questi mezzi e che rischiavano di compromettere la loro rinascita in chiave turistica sulla scia di quanto sta avvenendo in Italia per opera della Fondazione FS Italiane. La stazione di Gallipoli che è ora la nuova casa di questi mezzi, oltre ad essere collocata in pieno centro cittadino, è costantemente presenziata da personale ferroviario e nelle ore di chiusura (notturne e festive) è sorvegliata da guardie giurate. Da parte nostra va un sentito grazie agli attori che si sono spesi per questo trasferimento e per aver dato avvio alle azioni di salvaguardia e recupero di veicoli d'epoca da riqualificare in ambito turistico.

MAGGIO

Domenica 5 maggio incontro alla stazione di Spinazzola


Scopo dell'incontro è stato sensibilizzare i presenti alla riapertura a fini turistici della tratta ferroviaria Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle.

APRILE

Novita' dal museo ferroviario della Puglia


Nuovo ingresso al Museo, dalla stessa via G. Codacci Pisanelli ma anticipato di circa 60 metri, attraverso una rampa parallela alla strada.